You are currently viewing Come trovare un valido Robotic Engineer

Come trovare un valido Robotic Engineer

  • Categoria dell'articolo:News

Sei alla ricerca di un Robotic Engineer, ma stai incontrando difficoltà nel reclutarlo? Ti sei affidato a società di selezione del personale ma non hai avuto i risultati attesi?

In questo articolo ti spieghiamo chi è e di cosa di occupa tale figura e i vantaggi nel rivolgersi a Ricercamy quale partner nella ricerca e selezione di profili tecnologici.
Un ingegnere robotico è un progettista dietro le quinte, responsabile della creazione di robot e sistemi robotici in grado di svolgere compiti che gli esseri umani non sono in grado o preferiscono non completare. Ad esempio, Roomba è stato creato per aiutare gli esseri umani con il banale compito di passare l’aspirapolvere.
Attraverso le loro creazioni, i Robotic Engineer aiutano a rendere i lavori più sicuri, più facili e più efficienti.

A differenza di altri tipi di ingegneria, quella robotica richiede la capacità di essere esperti in diverse aree tecniche: meccanica, elettronica, informatica e psicologia cognitiva.
Gli ingegneri trascorrono la maggior parte del loro tempo a progettare i piani e i processi necessari non solo per costruire robot, ma anche per farli funzionare in modo efficiente. Alcuni ingegneri robotici progettano anche le macchine che assemblano effettivamente i robot.
Prima di costruire un robot, gli ingegneri determinano esattamente per cosa verrà utilizzato il robot. Poiché i robot hanno lo scopo di risolvere problemi o alleviare i compiti umani, gli ingegneri robotici vengono sottoposti a un’analisi approfondita del lavoro che verrà assegnato al robot.
Quale problema esatto sta risolvendo il robot? È un compito ripetitivo? È una funzione troppo pericolosa per l’uomo? Cosa potrebbe impedire al robot di funzionare correttamente? Queste e molte altre domande devono essere risolte prima di passare a qualsiasi fase di progettazione.
I Robot Engineer creano progetti con l’aiuto di strumenti CAD 3D che consentono loro di progettare fino al circuito. Gli strumenti CAM vengono quindi utilizzati per costruire effettivamente i robot.
Il processo di costruzione richiede molto tempo, poiché i robot sono altamente tecnici e difficili da creare. Per questo motivo, non è raro che un ingegnere di robotica lavori solo su una manciata di progetti durante l’intera carriera.

Di cosa si occupa, nello specifico, il Robotic Engineer?

  • Costruzione, configurazione e test di robot
  • Progettazione di sistemi software per controllare i propri sistemi robotici, come quelli utilizzati per la produzione
  • Progettazione di sistemi robotici automatizzati che vengono utilizzati per aumentare i livelli di produzione e precisione all’interno di un settore specifico
  • Analisi e valutazione di prototipi e dei sistemi robotici che hanno creato. 
  • Revisione e approvazione delle stime dei costi e calcoli di progettazione
  • Supporto tecnico ai sistemi robotici che hanno creato
  • La pianificazione delle attività per i robot
  • Esecuzione di ricerche sulla progettazione, il funzionamento e le prestazioni di componenti o sistemi di meccanismi robotici

Gli ingegneri della robotica condividono il loro tempo tra un laboratorio e un ufficio. Il tempo in laboratorio viene speso lavorando su piccole parti meccaniche che sono componenti del robot più grande che stanno creando. Il tempo in ufficio è dedicato alla ricerca e alla pianificazione.
Una tipica settimana lavorativa consiste di 40 ore, dal lunedì al venerdì. Tuttavia, le scadenze del progetto possono far variare drasticamente questo programma. Potrebbe essere necessario uno straordinario per assicurarsi che il lavoro venga completato in tempo e potrebbero essere necessari viaggi occasionali.

Un robot ha tre sfaccettature distinte, ciascuna delle quali è correlata a un campo di studio tradizionale:

  1. Hardware: questo è l’aspetto fisico del robot, come un braccio meccanico, un veicolo drone o una sonda in miniatura. I robot si muovono utilizzando sofisticati sistemi idraulici e pneumatici. Hanno anche vaste schiere di sensori delicati, che vengono utilizzati per osservare i loro ambienti. Disciplina pertinente: ingegneria meccanica.
  2. Software: i robot sono controllati da algoritmi software che vengono eseguiti localmente o su una rete a cui è connesso il robot. In passato, questo software era un insieme di complesse istruzioni che dicevano al robot esattamente cosa fare in ogni possibile situazione. Oggi, l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale (AI) consentono ai robot di insegnare a se stessi e adattare la propria programmazione al mutare delle circostanze. Disciplina pertinente: informatica o ingegneria del software.
  3. Connettività – I robot hanno bisogno di un modo per far comunicare il loro software con il loro hardware e viceversa. Per questo motivo, ogni robot ha un sistema che trasmette le istruzioni dal controller software all’hardware e invia anche i dati del sensore al controller. Questa connettività viene solitamente ottenuta con cablaggi complessi, sebbene i robot moderni possano trasmettere dati su reti Wi-Fi. Disciplina pertinente: ingegneria elettrica

Per avere successo in un lavoro di ingegnere robotico si avrà bisogno di una solida preparazione in almeno una delle discipline di cui sopra, così come una buona comprensione delle altre.
Quali sono i requisiti richiesti ad un Robotic Engineer?
In genere è richiesta la conoscenza delle seguenti aree:

  • Automazione
  • CAD e / o CAM
  • Idraulica e pneumatica
  • Middleware di robotica come Robot Operating System (ROS)
  • Linguaggi di programmazione robotica proprietari
  • Sistemi di visione 2D e 3D
  • AI e apprendimento automatico
  • Internet of Things (IoT)

Anche le Soft Skill sono molto importanti per questa mansione, infatti l’ingegnere robotico deve essere in grado di comunicare chiaramente, sia verbalmente che per iscritto, collabora con gli altri, risolvere i problemi pensando in modo critico, adattarsi a nuove tecnologie e processi. e soprattutto dimostrare leadership, presa di iniziativa e orientamento al risultato.
Gli ingegneri della robotica hanno personalità distinte. Tendono ad essere individui investigativi, il che significa che sono intellettuali, introspettivi e curiosi. Sono curiosi, metodici, razionali, analitici e logici. Alcuni di loro sono anche realistici, nel senso che sono indipendenti, stabili, persistenti, genuini, pratici e parsimoniosi.
Quali aziende necessitano di un ingegnere robotico?
Più comunemente, i robot vengono utilizzati nei settori automobilistico, degli imballaggi alimentari, degli elettrodomestici e dell’elettronica.
Le offerte di lavoro di Robotic Engineer son in forte crescita e la concorrenza sul mercato anche. Nelle selezioni di questi profili le parole chiave sono velocità, confronto e trasparenza, tutte doti che Ricercamy può offrire.
Ricercamy, head hunter rivoluzionario e dinamico, nato nel marzo 2012, si è, sin dalla sua nascita, impegnato ad introdurre nel mondo della Ricerca e Selezione elementi di innovazione che migliorassero la redemption delle attività di Recruiting.
Secondo uno studio di Linkedin, il 75% dei talenti è passivo e sta già lavorando, non dedicandosi proattivamente alla ricerca di nuove opportunità professionali. Solo il 25% di essi si interessa con più costanza alla ricerca attiva di nuove offerte di lavoro. Di conseguenza investire il budget aziendale in abbonamenti e/o offerte di piattaforme di job posting sicuramente non può essere la sola soluzione efficace o quantomeno non potrà essere l’unica.
E’ necessario adottare una metodologia che permetta di arrivare ai migliori candidati: le chiamate di caccia (o Head Hunting che dir si voglia)!
E’ così che i nostri head hunter specializzati trovano personale qualificato per i nostri clienti.
Le chiamate in anonimo, dei nostri consulenti riescono ad intercettare qualsiasi profilo con diverse seniority.
Tramite un pre-screening telefonico molto approfondito e tecnico, oltre ai dati anagrafici, vengono raccolte tutte le specifiche sull’esperienza del candidato necessarie per valutarne la validità e permettendo così allo stesso di accedere allo step successivo.
Tutto ciò di cui sopra viene svolto e condiviso in tempo reale tramite un file in cloud in cui è possibile lavorare a quattro mani con il referente delle risorse umane dell’azienda cliente, che non deve aspettare 2-3 settimane per poter ricevere la prima shortlist di validi profili, ma giusto poche ore!
La trasparenza e la condivisione immediata è un tratto distintivo di Ricercamy che si è andata specializzando negli anni nella ricerca e selezione di figure tecniche in ambito informatico e grazie allo sviluppo di competenze specifiche e conoscenza dei profili ricercati e del mercato di riferimento.
Cercando personale quotidianamente, i nostri head hunter hanno acquisito un know how e una specializzazione nei loro settori, che ci consentono di essere leader in questo mercato affollato da Recruiter.
Forte dei nostri strumenti, fin dal suo inizio, Ricercamy ha aiutando dalle più piccole Start Up informatiche, ai grandi Colossi IT nella selezione di Personale qualificato difficile da trovare e da inserire. Grazie poi all’offerta commerciale SMART i nostri clienti ci chiedono di svolgere selezioni che tendenzialmente hanno sempre svolto internamente, ma avendo costi certi e non prevedendo né completion fee né esclusiva, si sentono così liberi di delegarci tutta la gestione delle loro vacancy, o quelle attività più ostiche o ripetitive alleggerendosi il lavoro.
Se anche tu sei alla ricerca di questi profili, non aspettare!
Compila la form che trovi di seguito e sarai contattato entro un’ora dai nostri consulenti specializzati.
Fabiola Rezzonico
Responsabile Divisione IT
Ricercamy