Come trovare un valido VMware specialist

  • Categoria dell'articolo:articolo / News

Sei alla ricerca di un VMware Specialist  ma stai incontrando difficoltà nel reclutarlo? Ti sei affidato a società di selezione del personale ma non hai avuto i risultati attesi? In questo articolo ti spieghiamo chi è e di cosa di occupa tale figura e i vantaggi nel rivolgersi a Ricercamy quale partner nella ricerca e selezione di profili nel settore informatico. Scopri come trovare un valido VMware specialist.

VMware è un software che crea una macchina virtuale (VM). 

Le macchine virtuali sono software che offrono le stesse funzionalità dei computer fisici. Come questi ultimi, eseguono delle applicazioni e un sistema operativo. Tuttavia, le macchine virtuali sono file digitali che vengono eseguiti su un computer fisico e si comportano come un computer fisico. In altre parole,  si comportano come sistemi digitali separati. Le macchine virtuali vengono create per eseguire attività specifiche che sono troppo rischiose per l’esecuzione in un ambiente host (ad esempio, accesso a dati infetti da virus ed esecuzione di test sui sistemi operativi). Dal momento che la macchina virtuale è isolata (in sandbox) dal resto del sistema, il software eseguito al suo interno non può danneggiare il computer host. Le macchine virtuali possono essere utilizzate anche per altri scopi, ad esempio per la virtualizzazione del server.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle macchine virtuali?

Le macchine virtuali hanno sicuramente dei vantaggi perchè :

  • Offrono opzioni di Disaster Recovery e provisioning delle applicazioni
  • Sono facili da gestire e supportare e inoltre sono ampiamente disponibili
  • È possibile eseguire più ambienti di sistemi operativi su un singolo computer fisico

Bisogna però tener presente che :

  • L’esecuzione di più macchine virtuali su un computer fisico può causare prestazioni instabili
  • Le macchine virtuali sono meno efficienti e più lente di un computer fisico

Tipi di macchine virtuali 

    • Macchine virtuali di processo: eseguono programmi informatici in un ambiente indipendente dalla piattaforma mediante il masking dei dati del sistema operativo o dell’hardware sottostante. Il programma può così essere eseguito nello stesso modo su qualsiasi piattaforma.
  • Macchine virtuali di sistema: supportano la condivisione delle risorse fisiche del computer host tra più macchine virtuali. 

Tornando a VMware, come anticipato, è un software che crea una macchina virtuale (VM), virtualizzando un set di componenti hardware per il sistema operativo guest. VMware gira su host Windows, Linux e Mac, ma esistono anche hypervisors VMware bare metal (VMware ESX e VMware ESXi), che girano direttamente sull’hardware fisico dell’host.

VMware è anche il nome dell’omonima azienda che produce e gestisce le diverse versioni del software.  Attualmente vengono commercializzate varie tipologie di prodotti che vanno a soddisfare diverse esigenze in termini di virtualizzazione dei sistemi operativi.

Prodotti VMware

I prodotti di fascia consumer come VMware Workstation e VMware Fusion, rispettivamente sviluppati per il mondo Microsoft/Linux e Apple OSX, vengono principalmente utilizzati per implementare piccoli ambienti virtuali al fine di utilizzare e/o provare diversi ambienti operativi pur mantenendo inalterato il sistema operativo host che ospita gli ambienti.

I prodotti di fascia enterprise come VMware vSphere (giunto alla versione 7.0) e VMware vCloud Director sono stati ingegnerizzati per creare vere e proprie server farm composte da diversi host VMware ESXi, il sistema operativo di VMware Inc che funge da hypervisor installabile Bare Metal sui server fisici. In particolare la suite VMware vCloud Director estende le funzionalità di VMware vSphere rendendo quest’ultimo una soluzione per la gestione di Virtual Datacenter con logiche Multi Tenant.

Questa fascia di prodotti ha di fatto gettato le fondamenta per la creazione di Virtual Datacenter nati per l’erogazione di servizio Public Cloud con particolare riferimento alle offerte IaaS (Infrastructure-as-a-Service).

VMware NSX, nativamente integrata su VMware vCloud Director, è un’applicazione che consente di creare e operare servizi di rete, ma in modo semplice, rapido e sicuro. Sostituendo soluzioni hardware complesse e costose. 

La nuova piattaforma consente di implementare (via software) i vari componenti di rete richiesti, definendo policy di sicurezza e ulteriori esigenze dell’infrastruttura dedicata.

Le reti virtuali sono fornite a livello di codice e gestite indipendentemente dall’hardware sottostante: in questo modo non è necessario apportare modifiche alla rete fisica.

Tutti gli aggiornamenti e gli adattamenti possono essere eseguiti in remoto, molto più rapidamente e in modo automatizzato. I servizi di rete sono a livello di codice distribuiti a ogni macchina virtuale, indipendente dall’hardware di rete sottostante. In questo modo  i carichi di lavoro possono essere aggiunti in modo dinamico o spostati e tutti i servizi di rete e di sicurezza collegati alla macchina virtuale in qualsiasi parte del data center. Possiamo assegnare criteri a gruppi di macchine virtuali man mano che vengono aggiunte più macchine virtuali al gruppo, ma senza alcuna necessità di  riconfigurazione manuale dei dispositivi fisici.

VMware NSX consente di creare una libreria di elementi e servizi di rete logici, come switch logici, router, firewall, bilanciamento del carico, VPN e sicurezza del carico di lavoro.        Quali sono i vantaggi di questa soluzione?

    • Sicurezza NSX Data Center. L’applicazione divide il data center in segmenti di sicurezza separati, fino al livello del singolo carico di lavoro, indipendentemente dall’ambiente in cui viene eseguito. Così si possono definire le policy – applicate fino al livello dell’applicazione – per carico di lavoro sulla base del contesto dell’applicazione e dell’utente, garantendo risposta alle minacce interne al data center.
    • Riduzione dei tempi di provisioning. Migliorando l’utilizzo delle risorse ed eliminando i processi soggetti ad errori. NSX offre alle organizzazioni IT velocità e sicurezza,attraverso la standardizzazione. Questo aiuta a svolgere le attività in un breve lasso di tempo, ma non solo.Può trasformare le operazioni di routine, come ad esempio creazione sottoreti virtuali o politiche di sicurezza, in qualcosa che richiede meno interventi e sforzi da parte dell’IT. Si automatizzeranno la consegna e la gestione di infrastrutture pronte per la produzione investendo meno tempo nel data center e più tempo alle questioni critiche per il business.
  • Networking multi-cloud. NSX Data Center astrae la rete dall’hardware sottostante, le policy di rete e sicurezza sono collegate ai carichi di lavoro. Le aziende possono replicare interi ambienti delle applicazioni nei data center remoti per il Disaster Recovery, spostare i carichi di lavoro da un data center all’altro oppure distribuirli in un ambiente di cloud ibrido, iI tutto in pochi minuti, senza interrompere.
  • Migliore produttività per le organizzazioni .Gli sviluppatori possono ora eseguire il provisioning di un ambiente completo più rapidamente senza alcuna dipendenza dall’IT accelerando così i tempi di rilascio dei servizi sul mercato. Riduzione dei costi tramite automazione e virtualizzazione. Questa integrazione può portare tale concetto ad un  livello superiore, non solo per garantire ma anche automatizzare la sicurezza di tutte le applicazioni riducendo le relative spese correlate a violazioni della sicurezza e dati rubati.
  • Operazioni semplificate tramite un’interfaccia di gestione unificata. Si potranno avere informazioni dettagliate sul traffico di rete in modo da migliorare la proattività di capacity planning e automatizzando l’individuazione e la risoluzione di eventuali anomalie. L’infrastruttura virtuale riduce i costi.

VMware vRealize Network Insight è uno strumento di monitoraggio della rete che aiuta a creare un’infrastruttura di rete ottimizzata, altamente disponibile e sicura negli ambienti cloud, inclusi deployment NSX, VMware SD-WAN, vSphere, VMware Cloud on AWS e Kubernetes. È disponibile on-premise e SaaS.

VMware Cloud Foundation è la nuova piattaforma unificata per il Software-Defined Data Center (SDDC) di VMware per i cloud privati e pubblici. Cloud Foundation riunisce VMware vSphere (elaborazione), vSAN (storage) e la piattaforma di virtualizzazione NSX (rete) in uno stack integrato in modo nativo tramite funzioni di gestione dell’automazione e del ciclo di vita del nuovo VMware SDDC Manager. Cloud Foundation può essere distribuito on-site in un cloud privato oppure essere eseguito as-a-Service dal cloud pubblico.

VMware vSAN è un software di virtualizzazione degli storage di classe enterprise che, se combinato con vSphere, consente di gestire capacità di calcolo e archiviazione con un’unica piattaforma. VMware vSAN supporta configurazioni ibride e all-flash, nonché le più moderne funzionalità di elaborazione e memoria del server.

VMware Site Recovery Manager (SRM) fornisce una gestione basata su policy, riduce al minimo il downtime in caso di eventi disastrosi tramite l’orchestrazione automatizzata e consente test senza interruzioni dei piani di Disaster Recovery. SRM si integra anche con NSX per preservare le politiche di rete e di sicurezza sulle VM migrate.

VMware vCloud NFV è una piattaforma di virtualizzazione delle funzioni di rete (NVF) multi-tenant, modulare e completamente integrata che fornisce funzionalità di elaborazione, storage, rete, gestione e operation. NFV fornisce gli stessi vantaggi della virtualizzazione e del cloud a un fornitore di servizi di comunicazione che prima si affidava all’hardware.

VMware vRealize Suite è una piattaforma di Cloud Management per hybrid cloud che aiuta gli sviluppatori IT a creare rapidamente applicazioni in qualsiasi cloud con operation sicure e coerenti. La vRealize Suite comprende vRealize Operations per il monitoraggio, vRealize Log Insight per il logging centralizzato, vRealize Automation per l’automazione del data center e vRealize Business for Cloud per la gestione dei costi.

VMware Tanzu offre tecnologie per creare una supply chain del software moderna, nonché servizi e competenze per semplificare la creazione di nuove applicazioni native per il cloud e la modernizzazione delle applicazioni esistenti. Consente ai clienti di costruire app containerizzate, eseguire Kubernetes aziendale e gestire Kubernetes per sviluppatori e IT.

VMware Horizon è una piattaforma di virtualizzazione di app e desktop multi-cloud sicura che modernizza la gestione e abilita la Future Ready Workforce. VMware Horizon consente alle organizzazioni di eseguire i desktop Windows nel data center o in VMware Cloud su AWS. Questo elimina la necessità di posizionare e gestire desktop completi sul posto di lavoro e centralizza la gestione e la sicurezza per l’ambiente dell’utente. Si integra con i prodotti VMware App Volumes e Dynamic Environment Manager per la distribuzione delle applicazioni e la gestione dei desktop Windows.

VMware Workspace ONE è una piattaforma di Digital Workspace basata sull’intelligence che consente di distribuire e gestire in modo semplice e sicuro qualsiasi app su qualunque dispositivo, integrando funzionalità di controllo dell’accesso, gestione delle applicazioni e gestione degli endpoint multipiattaforma.. La suite Workspace ONE include VMware AirWatch, Horizon Air e Identity Manager.

Di cosa si occupa, nello specifico, il VMware specialist?

Il VMware specialist  si occupa della gestione dei sistemi in ambito Cloud e datacenter;

Nello specifico deve gestire e configurare:

  • ambienti VMware vSphere/vCloud Director;
  • ambienti VMware NSX-T ;
  • ambienti VMware Tanzu;
  • ambienti VMware Horizon;
  • ambienti VDI/ThinApp/AppVolume/UEM;
  • ambienti Oracle Virtualizazion (OVM/OLVM);soluzioni Disaster Recovery (VMware SiteRecoveryManager, VMware CloudDirectorAvailability, Zerto);
  • sistemi x86 standalone e blade (IBM, Cisco, Hitachi);
  • ambienti storage SAN.

Per svolgere le suddette attività le persone dovranno avere tra le loro competenze:

  • conoscenza dei principali servizi AWS, Azure e Google Cloud Platform e dei principi dei sistemi di networking e security;
  • Certificazioni VMware (VCP – VMware Certified Professional e/o VCAP – VMware Certified Advanced Professional)
  • Capacità di shell/bash scripting (gradita la capacità di scripting con Python);

Completano il profilo ovviamente soft skill importanti, quali: propensione al lavoro in team, proattività e creatività e attitudine al problem solving.

Nel settore informatico esiste una forte concorrenza sul mercato e la velocità nel contattarli e uno studio di retribuzioni sono le basi per ottimizzare un processo di selezione.

Ricercamy, head hunter rivoluzionario e dinamico, nato nel marzo 2012, si è, sin dalla sua nascita, impegnato ad introdurre nel mondo della Ricerca e Selezione elementi di innovazione che migliorassero la redemption delle attività di Recruiting.

Secondo uno studio di Linkedin, il 75% dei talenti è passivo e sta già lavorando, non dedicandosi proattivamente alla ricerca di nuove opportunità professionali. Solo il 25% di essi si interessa con più costanza alla ricerca attiva di nuove offerte di lavoro. Di conseguenza investire il budget aziendale in abbonamenti e/o offerte di piattaforme di job posting sicuramente non può essere la sola soluzione efficace o quantomeno non potrà essere l’unica.

E’ necessario adottare una metodologia che permetta di arrivare ai migliori candidati: le chiamate di caccia (o Head Hunting che dir si voglia)!

E’ così che i nostri head hunter specializzati trovano personale qualificato per i nostri clienti.

Le chiamate in anonimo, dei nostri consulenti riescono ad intercettare qualsiasi profilo con diverse seniority.

Tramite un pre-screening telefonico molto approfondito e tecnico, oltre ai dati anagrafici, vengono raccolte tutte le specifiche sull’esperienza del candidato necessarie per valutarne la validità e permettendo così allo stesso di accedere allo step successivo.

Tutto ciò di cui sopra viene svolto e condiviso in tempo reale tramite un file in cloud in cui è possibile lavorare a quattro mani con il referente delle risorse umane dell’azienda cliente, che non deve aspettare 2-3 settimane per poter ricevere la prima shortlist di validi profili, ma giusto poche ore!

La trasparenza e la condivisione immediata è un tratto distintivo di Ricercamy che si è andata specializzando negli anni nella ricerca e selezione di figure tecniche in ambito informatico e grazie allo sviluppo di competenze specifiche e conoscenza dei profili ricercati e del mercato di riferimento.

Cercando personale quotidianamente, i nostri head hunter hanno acquisito un know how e una specializzazione nei loro settori, che ci consentono di essere leader in questo mercato affollato da Recruiter.

Forte dei nostri strumenti, fin dal suo inizio, Ricercamy ha aiutando dalle più piccole Start Up informatiche, ai grandi Colossi IT nella selezione di Personale qualificato difficile da trovare e da inserire. Grazie poi all’offerta commerciale SMART i nostri clienti ci chiedono di svolgere selezioni che tendenzialmente hanno sempre svolto internamente, ma avendo costi certi e non prevedendo né completion fee né esclusiva, si sentono così liberi di delegarci tutta la gestione delle loro vacancy, o quelle attività più ostiche o ripetitive alleggerendosi il lavoro.

Se anche tu sei alla ricerca di questi profili, non aspettare!

Ancora non sei convinto? Leggi cosa dicono di noi i nostri clienti.

Fissa un appuntamento con un nostro professionista trovando l’orario più comodo tra queste disponibilità per una call conoscitiva.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità di Ricercamy, iscriviti alla nostra newsletter.  

Fabiola Rezzonico

Responsabile Divisione IT

Ricercamy