Come trovare un valido Tecnico della Prevenzione sul Lavoro

  • Categoria dell'articolo:News

Sei alla ricerca di un Tecnico della Prevenzione sul Lavoro, ma non sai come e dove ricercare figure valide per la tua azienda? Hai già provato a pubblicare un annuncio su Linkedin, Monster e Infojobs, ma oltre ad aver speso del tempo nel fare screening dei cv e non aver trovato la persona che cercavi, hai attivato qualche fornitore esterno senza risultati soddisfacenti?

 

Stai leggendo l’articolo giusto… leggi come Ricercamy affianca e supporta le Agenzie di Protezione Ambientale Regionali, i Servizi di Prevenzione di Enti e Aziende pubbliche o private, le Aziende di consulenza e prevenzione sul luogo di lavoro e le Aziende del settore alimentare, cosmetico e veterinario nella ricerca e selezione di profili specializzati.

Il Tecnico della Prevenzione sul Lavoro: chi è?

Il Tecnico della Prevenzione sul Lavoro è un operatore sanitario che si occupa di tutte le attività inerenti la prevenzione, la verifica ed il controllo in materia di igiene e sicurezza ambientale, di sanità pubblica, di igiene degli alimenti e di igiene veterinaria.

Nel settore pubblico opera presso le ASL, l’ARPA o la Pubblica Amministrazione svolgendo ispezioni finalizzate al rilascio di autorizzazioni o di nulla osta tecnici sanitari. Nel settore privato è impegnato in attività di consulenza alle imprese, supportandole in tutte le procedure che abbiano come fine la sicurezza nei luoghi di lavoro, la protezione dell’ambiente, la sicurezza alimentare e la tutela della salute pubblica.

Cosa fa?

Il Tecnico della Prevenzione sul Lavoro, come figura professionale, viene istituito con il DM n.58 del 1997, per esercitare le mansioni che gli competono deve iscriversi ad un apposito albo, mentre il Tecnico che svolge attività nel settore pubblico ricopre il ruolo di Ufficiale di Polizia Giudiziaria.

Con il termine sicurezza sul luogo di lavoro intendiamo quell’insieme di misure che devono essere adottate per fare in modo che hai lavoratori venga garantita la tutela alla salute e l’integrità fisica, prevenendo eventuali rischi.

I termini fondamentali pertanto sono: prevenzione, intesa come misura prevista per evitare l’evento dannoso e protezione, per limitare le conseguenze che un evento può arrecare.

Da ciò si comprende come il Tecnico operi con il fine di limitare, ridurre o in ogni caso controllare tutti i fattori di rischio che in qualche modo possano comportare un pericolo per la salute come per esempio gli incidenti e gli infortuni o l’insorgere di malattie professionali.

Il testo legislativo di riferimento è il DL del 9 aprile 2008, nr 81 o anche detto Testo Unico per la Sicurezza sul Lavoro, il quale costituisce un corpo unitario di norme che cercano di razionalizzare tutti gli aspetti di questa complessa materia.

I campi nei quali il Tecnico si trova ad operare sono i più svariati e non è possibile in questa sede elencarli tutti vediamone in breve alcuni. Uno dei più importanti è certamente la tutela della salute pubblica per tutte le attività che vengono svolte nel campo dell’igiene urbana e dell’edilizia, dell’analisi delle acque potabili e della vigilanza sanitaria nelle strutture ricettive e nelle scuole.

Un altro campo di indagine riguarda il controllo degli alimenti presso le imprese che si occupano di preparazione e confezionamento, oltre che alla sorveglianza sulle attività commerciali dei prodotti fitosanitari utilizzati in agricoltura.

Un terzo campo è quello già accennato della Sicurezza sui luoghi di lavoro e per ultimo, ma non meno importante, è la tutela della salute umana contro il rischio di diffusione della malattie trasmesse dagli animali (zoonosi).

.

Come si diventa Tecnico della Prevenzione sul Lavoro?

Per poter occorre svolgere questa professione occorre conseguire il diploma di laurea triennale in Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, la formazione specifica comprende lo studio di diverse tematiche dall’igiene generale e applicata, all’igiene sul luogo di lavoro, a nozioni di diritto penale e civile.

Il corso di laurea permette la comprensione dei diversi problemi che interessano l’igiene pubblica, il lavoro e la sicurezza alimentare e nel contempo consente al futuro Tecnico di poter intervenire con azioni di controllo e di programmazione per apportare eventuali migliorie o correzioni.

Dopo la laurea triennale e il superamento dell’esame per l’abilitazione alla libera professione è possibile proseguire gli studi con la laurea specialistica o in alternativa frequentare un master per approfondire alcuni aspetti tecnici legati alla professione.

 

In sintesi cosa fa un Tecnico della Prevenzione sul Lavoro?

  • Notificare le irregolarità rilevate nei luoghi di lavoro e fornire pareri che siano attinenti alle proprie competenze;
  • Vigilare sugli ambienti di lavoro e valutare la necessità di effettuare accertamenti per infortuni e malattie professionali;
  • Verificare la reale rispondenza tra le strutture e gli ambienti in relazione al tipo di attività che viene svolta;
  • Vigilare sulle condizioni di sicurezza degli impianti e dei macchinari;
  • Controllare la qualità degli alimenti e bevande dalla fase di produzione a quella di consumo e valutare la necessità di effettuare su di essi indagini specialistiche;
  • Collaborare con l’amministrazione giudiziaria per indagare sui reati inerenti la protezione ambientale, la sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro e sugli alimenti;
  • Verificare il rispetto della normativa e dei regolamenti in materia di prevenzione sanitaria e ambientale;
  • Partecipare ad attività di formazione del personale.

 

Principali caratteristiche richieste:

  • Possiede una laurea in Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, ha ampliato le proprie conoscenze frequentando corsi di specializzazione o master;
  • Ha svolto attività di tirocinio presso strutture pubbliche o private;
  • Conosce la normativa comunitaria e nazionale in materia di sicurezza e prevenzione sul lavoro;
  • Conosce le varie tecniche per la valutazione del rischio nelle diverse attività aziendale;
  • Conosce le principali malattie che colpiscono gli animali e il loro livello dei trasmissibilità all’uomo;
  • Possiede nozioni di Diritto Pubblico, Diritto Penale e Diritto del lavoro;
  • Raccoglie i dati e le informazioni a sua disposizione per una successiva elaborazione statistica;
  • Possiede ottime capacità educative e relazionali, riuscendo ad influenzare il comportamento della persona al fine di tutelarne lo stato di salute;
  • Possiede doti organizzative e di pianificazione, sia riguardo agli interventi da lui effettuati sia come supervisione delle altre figure professionali;
  • Possiede buone abilità informatiche, in particolare nell’utilizzo di programmi di scrittura e calcolo.

 

Il Tecnico della Prevenzione sul Lavoro è colui che garantisce non solo il lavoratore ma la salute pubblica in generale degli effetti deleteri che possono avere comportamenti sbagliati, come la non osservanza delle più banali norme di sicurezza o il rischio che determinate attività possano avere sull’ambiente in generale.

La salute del lavoratore oltre che un diritto per lo stesso è anche un fattore di primaria importanza per l’impresa che in questo modo crea un ambiente più confortevole e produttivo e nel contempo riduce il rischio di possibili sanzioni. La tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro è una materia in continua evoluzione, nel corso dei decenni si sono susseguiti decreti leggi che hanno cercato di migliorare la normativa, rendendola sempre più severa e al passo con i tempi.

 

Se anche tu sei alla ricerca di questi profili, non aspettare!

Prendete un appuntamento con un nostro consulente cliccando Qui.

Ricercamy, head hunter rivoluzionario e dinamico, nato nel marzo 2012, si è, sin dalla sua nascita, impegnato ad introdurre nel mondo della Ricerca e Selezione elementi di innovazione che migliorassero la redemption delle attività di Recruiting.

 

Secondo uno studio di Linkedin, il 75% dei talenti è passivo e sta già lavorando, non dedicandosi proattivamente alla ricerca di nuove opportunità professionali. Solo il 25% di essi si interessa con più costanza alla ricerca attiva di nuove offerte di lavoro. Di conseguenza investire il budget aziendale in abbonamenti e/o offerte di piattaforme di job posting sicuramente non può essere la sola soluzione efficace. Quantomeno non potrà essere l’unica.

 

Metodologia

E’ necessario adottare una metodologia che permetta di arrivare ai migliori candidati: le chiamate di caccia! (o Head Hunting che dir si voglia).

E’ così che i nostri head hunter specializzati trovano personale qualificato per i nostri clienti.

Le chiamate in anonimo, dei nostri consulenti riescono ad intercettare qualsiasi profilo con diverse seniority.

Tramite un pre-screening telefonico molto approfondito, oltre ai dati anagrafici, vengono raccolte tutte le specifiche sull’esperienza del candidato necessarie per valutarne la validità e permettendo così allo stesso di accedere allo step successivo.

Tutto ciò di cui sopra viene svolto e condiviso in tempo reale tramite un file in cloud con il nostro referente delle risorse umane dell’azienda cliente.

La trasparenza e la condivisione immediata sono il nostro tratto distintivo. Ricercamy si specializzata negli anni nella ricerca e selezione di figure tecniche in ambito meccanico, elettrico ed elettronico. Il tutto grazie allo sviluppo di competenze specifiche e conoscenza dei profili ricercati e del mercato di riferimento.

 

La nostra modalità operativa

La modalità operativa del nostro head hunter non prevede che il cliente debba aspettare 2-3 settimane per poter ricevere la prima shortlist di validi profili. Per noi ricerca e selezione del personale significa condivisione in tempo reale e lavorare senza filtri ed a 4 mani con il nostro referente HR.

I nostri head hunter hanno acquisito un know how e una specializzazione nei loro settori tale da permettergli di essere leader in questo mercato.

Forte dei nostri strumenti, fin dal suo inizio, Ricercamy ha aiutando le aziende metalmeccaniche nella selezione di Personale qualificato difficile da trovare e da inserire.

Grazie poi all’offerta commerciale SMART, i nostri clienti ci chiedono di svolgere selezioni che tendenzialmente hanno sempre svolto internamente, ma avendo costi certi e non prevedendo né complition fee né esclusiva, si sentono così liberi di delegarci tutta la gestione delle loro vacancy.

 

Se anche tu sei alla ricerca di questa tipologia di profili, compila la form che trovi di seguito e sarai contattato entro 1 ora dai nostri consulenti.