You are currently viewing Dall’Internet Of Things all’Internet of Behavior

Dall’Internet Of Things all’Internet of Behavior

  • Categoria dell'articolo:articolo / News

Non si può parlare di IoB senza menzionare l’IoT. L’Internet delle cose (IoT) è una rete interconnessa di dispositivi fisici che raccolgono e condividono dati e informazioni tramite Internet. 

L’IoT è in continuo aumento e cambiamento in termini di complessità, cioè il modo in cui i dispositivi sono interconnessi, i calcoli che queste cose possono eseguire da sole, e i dati che vengono memorizzati nel cloud sono tutti in evoluzione. 

Se l’Internet of Things (IoT) si riferiva a una rete di oggetti fisici interconnessi che raccolgono e scambiano informazioni su Internet, l’Internet of Behavior massimizza i vantaggi dell’IoT .

L’Internet of Behavior si riferisce alla raccolta di dati (BI, Big Data, CDP, ecc.) che offre importanti informazioni sui comportamenti, gli interessi e le preferenze dei clienti (IoB).

Dal punto di vista della psicologia comportamentale, l’IoB cerca di comprendere i dati acquisiti dalle attività online degli utenti; mira a rispondere alla domanda su come interpretare i dati e come utilizzare questa conoscenza per sviluppare e promuovere nuovi beni, il tutto dalla prospettiva della psicologia umana.

Il termine “IoB” si riferisce a un metodo di analisi dei dati controllati dagli utenti dal punto di vista della psicologia comportamentale. I risultati di questo studio influenzano nuovi modi di creare un’esperienza utente (UX), l’ottimizzazione dell’esperienza di ricerca (SXO), e come pubblicizzare i prodotti e servizi finali di un’azienda. 

C’è da dire che fare IoB è tecnicamente facile, ma è psicologicamente impegnativo. Per ragioni etiche e legali, è necessario eseguire studi statistici che registrino le routine e i comportamenti quotidiani senza rivelare totalmente la privacy dei clienti.

Benefici dell’ IoB

I benefici dell’ IoB sono: 

  • Analizzare il comportamento d’acquisto dei clienti su varie piattaforme.
  • Esaminare i dati su come le persone si impegnano con gadget e beni che prima non erano disponibili.
  • Ottenere informazioni più specifiche sulla fase di un cliente nel processo di acquisto.
  • Sono disponibili notifiche POS in tempo reale e targeting.
  • Chiudere le vendite e mantenere i consumatori soddisfatti risolvendo rapidamente i problemi.

Impatto combinato di IoB e IoT

L’Internet of Behavior è un’estensione dell’IoT. Cerchiamo di saperne di più. 

Non si tratta affatto di “cose” quando le aziende usano l’Internet delle cose per convincerci a cambiare le nostre abitudini. Parliamo di Internet of Behavior quando l’IoT connette gli individui con le loro attività. 

L’ ‘IoB va considerato come un mix di tre discipline:

  • Tecnologia
  • Dati analitici
  • La psicologia comportamentale

Emozioni, scelte, incrementi e compagnia sono le quattro aree della scienza comportamentale che esaminiamo quando utilizziamo la tecnologia.

Le aziende che ci conoscono attraverso i dati forniti dall’ IoT, possono ora influenzare il nostro comportamento utilizzando i dati forniti dall’ IoB. Pensate all’utilizzo di un’app per la salute dello smartphone per controllare la vostra alimentazione, le abitudini del sonno, la frequenza cardiaca o i livelli di zucchero nel sangue. L’app può avvertirti di circostanze potenzialmente pericolose e proporre cambiamenti di comportamento che porterebbero a un risultato più positivo o desiderabile.

Per il momento, le società stanno per lo più utilizzando IoT e IoB per osservare e tentare di influenzare il comportamento dei consumatori.

Funzionamento dell’ IoB

Come vengono raccolti i dati?

I dati dei consumatori possono essere raccolti da una serie di siti e tecnologie, tra cui il sito web di una società, profili di social media, sensori, telematica, beacon, monitor di salute (come Fitbit), e una varietà di altri dispositivi.

Ognuno di questi siti raccoglie vari tipi di informazioni. Per esempio, un sito web può tenere traccia di quante volte una persona visita una certa pagina o per quanto tempo vi rimane. Inoltre, la telematica può tenere traccia della forza con cui il conducente di un veicolo frena o della velocità tipica del veicolo.

Figure professionali legate alla IoB

Con l’avvento dell’ IoB sono sempre più richiesti Data Scientist e Cyber Security Engineer, figure di cui abbiamo parlato nei nostri precedenti articoli.

Nel settore informatico esiste una forte concorrenza sul mercato e la velocità nel contattarli e uno studio di retribuzioni sono le basi per ottimizzare un processo di selezione.

Ricercamy, head hunter rivoluzionario e dinamico, nato nel marzo 2012, si è, sin dalla sua nascita, impegnato ad introdurre nel mondo della Ricerca e Selezione elementi di innovazione che migliorassero la redemption delle attività di Recruiting.

Secondo uno studio di Linkedin, il 75% dei talenti è passivo e sta già lavorando, non dedicandosi proattivamente alla ricerca di nuove opportunità professionali. Solo il 25% di essi si interessa con più costanza alla ricerca attiva di nuove offerte di lavoro. Di conseguenza investire il budget aziendale in abbonamenti e/o offerte di piattaforme di job posting sicuramente non può essere la sola soluzione efficace o quantomeno non potrà essere l’unica.

E’ necessario adottare una metodologia che permetta di arrivare ai migliori candidati: le chiamate di caccia (o Head Hunting che dir si voglia)!

E’ così che i nostri head hunter specializzati trovano personale qualificato per i nostri clienti.

Le chiamate in anonimo, dei nostri consulenti riescono ad intercettare qualsiasi profilo con diverse seniority.

Tramite un pre-screening telefonico molto approfondito e tecnico, oltre ai dati anagrafici, vengono raccolte tutte le specifiche sull’esperienza del candidato necessarie per valutarne la validità e permettendo così allo stesso di accedere allo step successivo.

Tutto ciò di cui sopra viene svolto e condiviso in tempo reale tramite un file in cloud in cui è possibile lavorare a quattro mani con il referente delle risorse umane dell’azienda cliente, che non deve aspettare 2-3 settimane per poter ricevere la prima shortlist di validi profili, ma giusto poche ore!

La trasparenza e la condivisione immediata è un tratto distintivo di Ricercamy che si è andata specializzando negli anni nella ricerca e selezione di figure tecniche in ambito informatico e grazie allo sviluppo di competenze specifiche e conoscenza dei profili ricercati e del mercato di riferimento.

Cercando personale quotidianamente, i nostri head hunter hanno acquisito un know how e una specializzazione nei loro settori, che ci consentono di essere leader in questo mercato affollato da Recruiter.

Forte dei nostri strumenti, fin dal suo inizio, Ricercamy ha aiutando dalle più piccole Start Up informatiche, ai grandi Colossi IT nella selezione di Personale qualificato difficile da trovare e da inserire. Grazie poi all’offerta commerciale SMART i nostri clienti ci chiedono di svolgere selezioni che tendenzialmente hanno sempre svolto internamente, ma avendo costi certi e non prevedendo né completion fee né esclusiva, si sentono così liberi di delegarci tutta la gestione delle loro vacancy, o quelle attività più ostiche o ripetitive alleggerendosi il lavoro.

Se anche tu sei alla ricerca di questi profili, non aspettare!

Compila la form che trovi di seguito e sarai contattato entro un’ora dai nostri consulenti specializzati.

Ramona Scalise

Consultant Divisione IT

Ricercamy