Come trovare un valido HR Analyst

  • Categoria dell'articolo:articolo / News

Sei alla ricerca di un  HR  Analyst ma stai incontrando difficoltà nel reclutarlo? 

Non sai come trovare un valido HR Analyst? Ti sei affidato a società di selezione del personale , ma non hai avuto i risultati attesi? 

In questo articolo ti spieghiamo  chi è e di cosa di occupa tale figura e i vantaggi  nel rivolgersi a Ricercamy quale partner nella ricerca e selezione di profili nel settore informatico.

Ogni azienda ha un dipartimento delle risorse umane completo, progettato per gestire le questioni relative alle persone. L’avvento dell’ HR Analytics ha radicalmente rivoluzionato lo studio dei meccanismi di rete, così come quello relativo ai processi di interazione e di azione attraverso un approccio di tipo numerico.

Quella dell’ HR Analyst  è una delle figure emergenti nel mondo delle risorse umane.

Non ancora popolare nelle piccole organizzazioni, ma già parecchio diffusa nelle grandi aziende, che danno grande rilevanza a questo ruolo.

Cosa fa un HR Analyst ?

Raccolta, strutturazione, analisi e comunicazione dei processi e dei dati delle risorse umane sono gli aspetti che caratterizzano le attività quotidiane di un HR Analyst

L’ HR Analyst ha il compito di analizzare quelle statistiche che si rivelano fondamentali nella gestione delle Risorse Umane  all’interno di un contesto organizzativo.

Ad oggi, le aziende che intendono restare competitive sul mercato del lavoro tendono a puntare non solo a profili qualificati, ma anche ad investimenti legati ai processi di formazione continua, sulla base dei dati rilevati. Sono sempre più numerose, infatti, quelle aziende medio-grandi che si interfacciano con il mondo dell’ HR  Analytics.

Quali sono gli elementi che vengono misurati?

 Le principali aree di interesse sono:

  • Coinvolgimento dei lavoratori;
  • Valutazione delle performance;
  • Retention; 
  • Livello di esperienza;
  • Retribuzione;
  • Efficienza organizzativa. 

Raccogliere tali dati, per un HR Analyst significa poter effettuare previsioni sul turnover aziendale, monitorare un eventuale risk management e analizzare i livelli di retribuzione dei dipendenti.

Applicazioni di HR Analytics, unitamente ad analisi mirate su Big Data legati alle persone (stipendi, competenze, ore di training, risultati sul lavoro, compensi, mobilità, performance ratings, percorso scolastico) potrebbero consentire in futuro di identificare quei meccanismi innovativi per selezionare strategie e motivare il personale, nonché investire sulle persone e di conseguenza monitorare i costi. In particolare, il lavoro di un HR Analyst potrà allinearsi alle strategie dell’impresa fornendo un vero e proprio valore aggiunto.

Quali sono le principali mansioni svolte dall’HR Analyst?

Le principali mansioni svolte da questa figura possono essere così sintetizzate:

  • Attenzione incentrata sul business;
  • Comunicazione;
  • Gestione dei rapporti all’interno del contesto aziendale;
  • Gestione delle risorse umane;
  • Analisi dei dati;
  • Analisi dei sistemi e implementazione delle risorse umane;
  • Conoscenza di contesti globali.

L’ HR Analyst  deve conoscere il progetto sul quale lavorare, in quanto l’analisi dei dati avrà un impatto sul business.

Non può mancare poi l’attenzione alle attività di comunicazione.                                                                                        Dialogare in azienda, gestire le parti interessate e le loro aspettative e trasmettere i risultati di un progetto di analisi al pubblico di riferimento sono tutte attività alle quali un HR Analyst non può sottrarsi.

Occorre poi saper gestire le relazioni all’interno di un contesto organizzativo e garantire il mantenimento delle attività coinvolte nel progetto di analisi, nonché prevenire eventuali rischi aziendali. Anche l’aver maturato esperienza nel settore delle risorse umane non può che essere un plus per un HR Analyst.

Il lavoro di HR Analyst è generalmente indipendente e di natura collaborativa. Contribuisce ad aspetti moderatamente complessi di un progetto. 

Le principali competenze nell’ambito delle risorse umane si articolano in tre aree cruciali:

  • Conoscenza di aspetti tecnici e impliciti nelle risorse umane;
  • Conoscenza delle migliori strategie in materia di risorse umane;
  • Comprensione dei processi chiave delle HR.

Un HR Analyst, dunque, è a stretto contatto con i dati dell’organizzazione. Per la maggior parte delle aziende, questo aspetto implica la produzione di report ad hoc. I dati sulle risorse umane provengono da sistemi specifici, come l’HRIS (Sistema Informativo delle Risorse Umane), che aiuta il manager a risolvere i problemi legati al capitale umano dall’inizio alla fine. Tuttavia, conoscere le sfide della globalizzazione è un aspetto significativo per un HR Analyst, proprio per capire in che modo le differenze culturali incidono sulle pratiche di acquisizione di dati e sulle risorse umane.

Quali skills richieste ad un HR Analyst?

A seconda del ruolo generale di HR Analyst e delle sue successive responsabilità, anche le competenze e le abilità richieste potrebbero essere diverse. Tuttavia, per la maggior parte, rimangono coerenti.

L’analista delle risorse umane ha tipicamente bisogno di avere le seguenti skills:

  • Una comprensione completa dei programmi Microsoft Office, inclusi Excel, PowerPoint e Word.
  • Conoscenza lavorativa di vari sistemi di gestione di database e HRIS.
  • Conoscenza completa delle pratiche, delle leggi, dei regolamenti e delle politiche HR. Questo include le politiche aziendali interne ed esterne.
  • Conoscenza delle migliori pratiche HR (specialmente del settore di riferimento).
  • Conoscenza sistematica e comprensione dei processi chiave delle risorse umane, dei loro effetti sul funzionamento interno del dipartimento HR e di come gestirli.
  • Eccellenti capacità di comunicazione verbale e scritta.
  • Conoscenza completa di tecniche, strumenti e software di analisi dei dati.
  • Conoscenza di vari modelli statistici, metriche e KPI.

Sono necessarie grandi capacità interpersonali per lavorare a stretto contatto con i professionisti delle risorse umane e la direzione superiore.

Capacità di mantenere la massima discrezione e riservatezza a causa dei dati sensibili coinvolti.

Pensiero critico e capacità di problem-solving, per risolvere problemi di dati e qualsiasi altro ostacolo al progresso.

Eccellenti capacità di ricerca e di analisi, per condurre ricerche primarie e secondarie e per analizzare efficacemente i dati accumulati.

Le competenze e le abilità elencate sopra sono ciò che ogni azienda si aspetta da un HR Analyst, ma possono essere rischieste anche  altre skills.

Queste di solito dipendono dal settore, dalle dimensioni dell’organizzazione e dalla specializzazione.

Quali sono le qualifiche richieste?

Sulla base delle competenze e delle abilità elencate sopra, ci sono alcune qualifiche che ogni HR Analyst deve possedere. Questi requisiti di qualifica possono cambiare leggermente, a seconda del settore.

  • Una laurea in amministrazione aziendale, gestione delle risorse umane o qualsiasi altro campo correlato.
  • Un master è un plus che  alcune grandi organizzazioni richiedono.
  • Almeno 1-3 anni di esperienza nel settore HR.

Le certificazioni delle risorse umane non sono assolutamente necessarie, ma danno una spinta enorme al CV. Il peso maggiore è detenuto dalla certificazione SHRM-CP o SHRM-SCP di SHRM.

Almeno un anno di esperienza nell’analisi delle risorse umane o nell’analisi dei dati.

Essere certificati sull’uso di uno specifico software HR è un ulteriore punto a favore.

In alcuni casi, dove sono richiesti 3-4 anni di esperienza, potrebbe essere necessario almeno un anno di esperienza nelle relazioni sindacali..

Tuttavia, nelle grandi organizzazioni con analisti di compensazione e ruoli simili, le qualifiche possono essere più specifiche .

Parecchie organizzazioni cercano un  HR Analyst con competenze prevalentemente soft. Questo rende il profilo funzionale dell’analista molto simile a quello di un HR business partner. Tuttavia, altre organizzazioni sono davvero alla ricerca di un ruolo di Data Analyst

Nel settore informatico esiste una forte concorrenza sul mercato e la velocità nel contattarli e uno studio di retribuzioni sono le basi per ottimizzare un processo di selezione.

Quindi, come trovare un valido HR Data Analyst?

Ricercamy, head hunter rivoluzionario e dinamico, nato nel marzo 2012, si è, sin dalla sua nascita, impegnato ad introdurre nel mondo della Ricerca e Selezione elementi di innovazione che migliorassero la redemption delle attività di Recruiting.

Secondo uno studio di Linkedin, il 75% dei talenti è passivo e sta già lavorando, non dedicandosi proattivamente alla ricerca di nuove opportunità professionali. Solo il 25% di essi si interessa con più costanza alla ricerca attiva di nuove offerte di lavoro. Di conseguenza investire il budget aziendale in abbonamenti e/o offerte di piattaforme di job posting sicuramente non può essere la sola soluzione efficace.

E’ necessario adottare una metodologia che permetta di arrivare ai migliori candidati: le chiamate di caccia (o Head Hunting che dir si voglia)!

E’ così che i nostri head hunter specializzati trovano personale qualificato per i nostri clienti. Le chiamate in anonimo, dei nostri consulenti riescono ad intercettare qualsiasi profilo con diverse seniority. Tramite un pre-screening telefonico molto approfondito e tecnico, oltre ai dati anagrafici, vengono raccolte tutte le specifiche sull’esperienza del candidato necessarie per valutarne la validità e permettendo così allo stesso di accedere allo step successivo. Tutto ciò di viene svolto e condiviso in tempo reale tramite un file in cloud. In esso è possibile lavorare a quattro mani con il referente delle risorse umane dell’azienda cliente, che non deve aspettare 2-3 settimane per poter ricevere la prima shortlist di validi profili, ma giusto poche ore!

La rivoluzione di Ricercamy:

La trasparenza e la condivisione immediata è un tratto distintivo di Ricercamy che si è andata specializzando negli anni nella ricerca e selezione di figure tecniche in ambito digital e grazie allo sviluppo di competenze specifiche e conoscenza dei profili ricercati e del mercato di riferimento.

Cercando personale quotidianamente, i nostri head hunter hanno acquisito un know how e una specializzazione nei loro settori, che ci consentono di essere leader in questo mercato affollato da Recruiter. Questo ci permette di sapere come trovare un valido Social-Media Manager.

Forte dei nostri strumenti, fin dal suo inizio, Ricercamy supporta dalle più piccole realtà alle più grandi aziende nella selezione di Personale qualificato difficile da trovare e da inserire. Grazie poi all’offerta commerciale SMART i nostri clienti ci chiedono di svolgere selezioni che tendenzialmente hanno sempre svolto internamente. Avendo costi certi e non prevedendo né completion fee né esclusiva, si sentono così liberi di delegarci tutta la gestione delle loro vacancy. Oppure quelle attività più ostiche o ripetitive alleggerendosi il lavoro.

Se anche tu sei alla ricerca di questi profili, non aspettare!

Ancora non sei convinto? Leggi cosa dicono di noi i nostri clienti.

Fissa un appuntamento con un nostro professionista trovando l’orario più comodo tra queste disponibilità per una call conoscitiva.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità di Ricercamy, iscriviti alla nostra newsletter.  

Ramona Scalise 

HR Consultant Divisione IT

Ricercamy