Com’è cambiato il modo di scrivere il curriculum – parte 2°

  • Categoria dell'articolo:Senza categoria

Continuiamo la descrizione di come si scrive un cv dopo l’articolo di ieri

Le principali aree del tuo CV

Informazioni per il contatto
Sono la prima cosa che un datore di lavoro vede. Se le aziende vogliono mettersi in contatto con te, dovrà essere facile farlo senza andare a caccia dei tuoi recapiti attraverso il CV. Sembra ovvio, ma è poi anche fondamentale fare in modo che le informazioni stesse siano corrette.

*Obiettivo
Per un ruolo specifico, una sezione “obiettivo” è fondamentale. Assicurati di rispecchiare ciò che l’azienda sta cercando, così come evidenziato nel titolo dell’annuncio. Ad esempio:

Cerco ruolo di avvocato, dove le qualifiche, combinate con la passione per il diritto commerciale e bancario possano essere utilizzate.

Questo immediatamente attira l’attenzione del lettore, poichè può essere la soluzione al suo problema.

*Riassunto
In questa sezione avviene la maggior parte del rispecchiamento. Qui si devono mettere in risalto le parole chiave della descrizione dell’attività svolta in realzione all’annuncio. È necessario essere attenti a non copiare esattamente la richiesta del datore di lavoro. Generalmente questa sezione è di circa 6-8 punti, concentrando le specificità del ruolo, l’orientamento al lavoro in team, la conoscenza di software e caratteristiche personali come l’essere proattivo e avere una grande attenzione ai dettagli.

*Qualifiche
Va creata una volta che avete una solida esperienza professionale. Tale sezione tende ad andare dopo la sezione di descrizione della carriera (vedi sotto). Tuttavia, se sei un neolaureato, dovrebbe venire prima. Generalmente si evidenzia ciascuna qualifica, inclusi gli studi universitari.

*Carriera
Per quasi tutte le opportunità di lavoro è rilevante la vostra carriera. I reclutatori nelle prime fasi sono alla ricerca di motivi per non incontrare a colloquio il potenziale candidato. Naturalmente, se si dispone di un solido background professionale, è più facile garantire di essere in linea con il ruolo che viene ricercato.

Dopo ogni posizione si può indicare la sezione “Principali Risultati” dove mettere in evidenza gli eventuali elogi/referenze che potreste aver ricevuto, tutte le ulteriori responsabilità assegnate o gli obiettivi che possono essere stati raggiunti o superati. Ancora una volta, tutti questi piccoli esempi positivi servono a costruire l’immagine del Vostro CV, mantenendo alta l’attenzione del selezionatore.

*Conoscenze informatiche
A meno che non tu non sia un laureato in IT, questa sezione dovrebbe essere un breve resoconto dei pacchetti software principali che sai usare. Anche in questo caso è importante considerare, che se un programma specifico non è elencato, si presuppone che tu non abbia alcuna esperienza con lo stesso.

*Interessi
E ‘importante essere visto come una persona a tutto tondo, non solo come un contabile o un’ottimo commerciale interessato solo al lavoro 24 ore su 24 7 giorni su 7. E’ quindi indispensabile elencare brevemente i propri interessi (4-8 punti) ricordando che questi possono diventare importanti quando l’azienda inizia a parlare della propria cultura più avanti nel processo di reclutamento. In questa sezione, si può anche parlare di qualsiasi attività di volontariato o di impegno sociale nella quale si è coinvolti.

*Educazione
Anche in questo caso se si è alla ricerca della prima opportunità lavorativa, la sezione istruzione è importante e dovrebbe evidenziare la principali scuola secondaria, nonché degli eventuali risultati sono stati raggiunti, come ad esempio riconoscimenti accademici o l’essere stato un membro di qualche comitato. Tuttavia, se abbiamo già maturato esperienze professionali, questa sezione diventa meno importante e alla fine dovrebbe scendere del tutto in seguito all’evolversi della tua carriera.

Diventare una persona di influenza on-line

Come la ricerca del lavoro diventa sempre più digitale, è fondamentale dare vita ad un profilo sociale adeguato a garantire un futuro di successo alla tua carriera. E’ assolutamente necessario creare un profilo LinkedIn bello e facile da leggere inserendo il link diretto nel curriculum stesso.

E’ molto utile anche essere proattivi nel proprio settore e iniziare a scrivere un blog o creare un podcast regolarmente aggiornato relativo ad un argomento professionale ritenuto particolarmente interessante. Dopo un periodo di tempo, si inizierà a sviluppare una solida presenza on-line che consentirà di aumentare la vostra influenza globale. Immaginate un reclutatore con due candidati. Uno con buoni voti e l’altro con buoni voti e 32 blog informativi e penetranti di economia di mercato. Quale candidato sceglierà il selezionatore secondo voi?

Usare Twitter come uno strumento professionale  che si integra nei vostri blog o podcast.

Il tuo “tatuaggio online”

Ricordatevi che la maggior parte dei datori di lavoro utilizzano i social media per selezionare i candidati prima del reclutamento. Assicurarsi che le impostazioni di Facebook siano private, ed eventuali immagini imbarazzanti vengano tolte per sempre dalla rete. Non fate in modo che una vostra vacanza ad Ibiza azzeri le probabilità di trovare un impiego in una società di alto livello internazionale.

Volete approfondire questi argomenti?

Inviate la Vostra condidatura o Scriveteci a: