Viadeo o Linkedin?

  • Categoria dell'articolo:Senza categoria

In Italia quando pensiamo a un social network professionale nella stragrande maggioranza dei casi ci viene in mente Linkedin. Con milioni di iscritti in tutto il mondo e 2 in Italia si tratta sicuramente di uno degli strumenti ad oggi più importanti per sviluppare i propri contatti nel mondo del lavoro.

C’è però un concorrente agguerrito, che ha raggiunto livelli di diffusione molto interessanti anche se con una diversa distribuzione territoriale. Si tratta di Viadeo, azienda francese fondata dal 46enne Dan Serfaty, da poco oggetto di in cospicuo aumento di capitale (24 milioni di euro) con l’obiettivo di rafforzare la propria quota di mercato soprattutto nei paesi emergenti. Dal 2005 (anno di fondazione) ad oggi Viadeo si è infatti sviluppata soprattutto in Francia, Spagna e Italia (1,5 milioni di iscritti). Il target per i prossimi anni è quello di esplorare mercati in forte crescita quali Cina, India e Asia in generale. L’attuale situazione di mercato rende lo strumento ancor più richiesto da chi cerca o vuole cambiare lavoro al punto da far aumentare significativamente il numero degli iscritti e i conseguenti introiti pubblicitari.

Lo strumento social è molto importante anche i quei contesti (vedi Italia) dove le nuove opportunità di lavoro si trovano attraverso le conoscenze personali. In network quali Viadeo e Linkedin infatti sono spesso presenti segnalazioni e referenze di candidati fatte da colleghi e conoscenti che si espongono pubblicamente e che quindi dimostrano di credere necessariamente a quello che scrivono.

A chi, già presente con il proprio profilo su Linkedin, si sta domandando se ha senso iscriversi a Viadeo per ampliare la propria base di contatti professionali in Italia, la nostra risposta è: certamente si!