You are currently viewing Come trovare un valido Technical Artist

Come trovare un valido Technical Artist

  • Categoria dell'articolo:articolo / News

Sei alla ricerca di un valido Technical Artist ma stai incontrando difficoltà nel reclutarlo? Ti sei affidato a società di selezione del personale ma non hai avuto i risultati attesi?

In questo articolo ti spieghiamo chi è e di cosa di occupa tale figura e i vantaggi nel rivolgersi a Ricercamy quale partner nella ricerca e selezione di profili nel settore informatico.

Per capire chi è e che fa il Technical Artist, è importante  spiegare il contesto lavorativo dove è inserito questo ruolo. Parliamo sicuramente dell’industria del gaming .

In Italia l’industria dei videogiochi registra numeri in forte crescita, avendo raggiunto un valore complessivo di 2,2 miliardi di euro nel 2020. Il settore ha fatto segnare un +21,9% lo scorso anno rispetto al 2019, complice lo scoppio della pandemia che ha aumentato la domanda di intrattenimento. Lo ha svelato oggi una ricerca realizzata dal Censis in collaborazione con IIDEA (Italian Interactive Digital Entertainment Association), l’associazione di settore nel nostro paese.

Come rivela la ricerca di Censis e IIDEA , l’industria dei videogiochi in Italia può contare su 160 imprese che impiegano 1.600 addetti (di cui il 79% ha un’età inferiore ai 36 anni) e un fatturato di 90 milioni di euro. Cifre che potrebbero aumentare ulteriormente: secondo le previsioni del Censis, investendo nel gaming 45 milioni di euro in cinque anni (la somma prevista dal Pnrr alla voce finanziamento delle piattaforme di servizi digitali per gli sviluppatori e le imprese culturali), il fatturato delle imprese italiane del settore salirebbe a 357 milioni di euro nel 2026. Un intervento del genere creerebbe in cinque anni 1000 posti di lavoro qualificato per i giovani e attiverebbe complessivamente 360 milioni di investimenti privati, per 81 milioni di gettito fiscale aggiuntivo.

In questo contesto di rapida espansione verso questa industria è necessario individuare talento italiano che il più delle volte è  costretto a recarsi nei paesi come UK, Germania o Svezia dove l’industria del gaming è molto potente. 

Infatti è arrivato il momento di sviluppare l’industria del videogioco nel nostro Paese. I dati confermano quanto gli italiani siano appassionati e assidui consumatori di videogiochi. Il valore aggiunto che portiamo a livello nazionale, anche in senso economico, è ormai una realtà solida. Manca però una produzione locale, che dia senso al fatturato del settore, di cui gli sviluppatori italiani costituiscono una porzione troppo piccola.

Per capire ancora meglio in che contesto e con quali altri dipartimenti lavora il Technical Artist dentro l’industria del gaming, presentiamo qui una mappa con altri ruoli professionali che interagiscono quotidianamente con lui per avere una visione più globale rispetto il ruolo e le sue funzioni. 

 

 

Chi è e che fa il Technical Artist?

I Technical Artist (TA) facilitano il lavoro degli artisti. Sviluppano i motori di gioco, in modo che funzionino al meglio per le persone con un occhio più artistico. Se un artista vuole creare qualcosa di complesso, i TA diranno se è possibile da un punto di vista tecnico e penseranno al modo migliore per farlo.  In alcuni studi, dove il team di animazione ha bisogno di un rigging complesso (creare uno scheletro in movimento), possono chiamare gli AT per farlo. Fanno da ponte tra gli artisti e i programmatori.

Questo ruolo è di solito o un programmatore che apprezza veramente ciò che l’artista fa o un artista che ha un ottima abilità tecnica. La loro responsabilità è di assicurarsi che gli artisti abbiano tutto il software e gli strumenti di cui hanno bisogno per generare una produzione artistica. Quindi parlano la lingua di un artista  ma con competenze tecniche per dar loro ciò di cui hanno bisogno.

In cosa è bravo un artista tecnico?

Supportare gli altri: servire i bisogni del dipartimento artistico e assicurarsi che gli artisti abbiano gli strumenti necessari per fare il loro lavoro

Problem-solving: individuare potenziali problemi, trovare soluzioni ai problemi legati all’arte

Programmazione: diagnosticare i problemi del software, capire i motori di gioco, i flussi di lavoro e il rendering grafico e svilupparli in modo che funzionino più efficacemente

Comunicazione: ascoltare gli artisti e i programmatori, spiegare e scrivere rapporti chiari

Arte: capire ciascuna delle principali discipline artistiche. Gli assistenti non possono fornire supporto o strumenti se non capiscono il processo.

Responsabilità e Requisiti del Ruolo:

 Le responsabilità associate a questa figura sono:

Creare nuove tecnologie performanti per realizzare la visione dell’Art Director e per soddisfare i requisiti del progetto – queste tecnologie sono varie e spesso richiedono il ricorso a una combinazione di competenze.

Esperienza nella creazione di shader per un’ampia varietà di applicazioni.

Creazione di una varietà di effetti particellari performanti per applicazioni ambientali e UI.

Creazione e/o implementazione di animazioni di ambienti, UI e personaggi.

Essere responsabile delle prestazioni del gioco, incluso il frame-rate, l’uso della memoria, il tempo di avvio e la dimensione dei binari, e consigliare il team sul modo migliore per costruire asset ottimali.

Creare strumenti per l’editor di Unity per migliorare il flusso di lavoro del team artistico.

Mantenere una comprensione olistica di tutti gli aspetti dell’arte tecnica di un progetto, compresa la pipeline di rendering, il caricamento/scaricamento degli asset, la struttura e il flusso della UI, ecc.

Mantenere la disciplina delle risorse all’interno del team (assicurandosi che vengano rispettate le convenzioni di denominazione, la struttura delle cartelle, le linee guida sulle dimensioni delle risorse, ecc.)

Tra i Requisiti

  • Precedente esperienza come artista tecnico nell’industria dei giochi
  • Precedente esperienza di lavoro su titoli mobili
  • Esperienza nell’uso professionale di Unity con una forte comprensione di come ottenere il massimo dal motore per le piattaforme mobile
  • Esperienza nella creazione di shader personalizzati
  • Esperienza con lo scripting
  • Esperienza con pacchetti 3D
  • Esperienza con Photoshop
  • Esperienza nella creazione di effetti particellari performanti per piattaforme mobile, preferibilmente in Unity
  • Capacità di animazione dell’ambiente – le capacità di animazione/rigging di UI e personaggi sono auspicabili ma non essenziali
  • Forti competenze di scrittura di script C#
  • Esperienza nella creazione di strumenti editor personalizzati

Completano il profilo ovviamente soft skill importanti, quali: attitudine al lavoro in team, proattività e creatività, buone doti di organizzazione e orientamento al risultato.

Nel settore informatico esiste una forte concorrenza sul mercato e la velocità nel contattarli e uno studio di retribuzioni sono le basi per ottimizzare un processo di selezione.

Ricercamy, head hunter rivoluzionario e dinamico, nato nel marzo 2012, si è, sin dalla sua nascita, impegnato ad introdurre nel mondo della Ricerca e Selezione elementi di innovazione che migliorassero la redemption delle attività di Recruiting.

Secondo uno studio di Linkedin, il 75% dei talenti è passivo e sta già lavorando, non dedicandosi proattivamente alla ricerca di nuove opportunità professionali. Solo il 25% di essi si interessa con più costanza alla ricerca attiva di nuove offerte di lavoro. Di conseguenza investire il budget aziendale in abbonamenti e/o offerte di piattaforme di job posting sicuramente non può essere la sola soluzione efficace o quantomeno non potrà essere l’unica.

E’ necessario adottare una metodologia che permetta di arrivare ai migliori candidati: le chiamate di caccia (o Head Hunting che dir si voglia)!

E’ così che i nostri head hunter specializzati trovano personale qualificato per i nostri clienti.

Le chiamate in anonimo, dei nostri consulenti riescono ad intercettare qualsiasi profilo con diverse seniority.

Tramite un pre-screening telefonico molto approfondito e tecnico, oltre ai dati anagrafici, vengono raccolte tutte le specifiche sull’esperienza del candidato necessarie per valutarne la validità e permettendo così allo stesso di accedere allo step successivo.

Tutto ciò di cui sopra viene svolto e condiviso in tempo reale tramite un file in cloud in cui è possibile lavorare a quattro mani con il referente delle risorse umane dell’azienda cliente, che non deve aspettare 2-3 settimane per poter ricevere la prima shortlist di validi profili, ma giusto poche ore!

La trasparenza e la condivisione immediata è un tratto distintivo di Ricercamy che si è andata specializzando negli anni nella ricerca e selezione di figure tecniche in ambito informatico e grazie allo sviluppo di competenze specifiche e conoscenza dei profili ricercati e del mercato di riferimento.

Cercando personale quotidianamente, i nostri head hunter hanno acquisito un know how e una specializzazione nei loro settori, che ci consentono di essere leader in questo mercato affollato da Recruiter.

Forte dei nostri strumenti, fin dal suo inizio, Ricercamy ha aiutando dalle più piccole Start Up informatiche, ai grandi Colossi IT nella selezione di Personale qualificato difficile da trovare e da inserire. Grazie poi all’offerta commerciale SMART i nostri clienti ci chiedono di svolgere selezioni che tendenzialmente hanno sempre svolto internamente, ma avendo costi certi e non prevedendo né completion fee né esclusiva, si sentono così liberi di delegarci tutta la gestione delle loro vacancy, o quelle attività più ostiche o ripetitive alleggerendosi il lavoro.

Se anche tu sei alla ricerca di questi profili, non aspettare!

Prendete un appuntamento con un nostro consulente cliccando Qui.

 

Martina Frangiolini

Consulente HR

Ricercamy