You are currently viewing Come trovare un valido Data Protection Officer

Come trovare un valido Data Protection Officer

  • Categoria dell'articolo:News

Sei alla ricerca di un Data Protection Officer, ma non sai come e dove ricercare figure valide per la tua azienda? Hai già provato a pubblicare un annuncio su Linkedin, Monster e Infojobs, ma oltre ad aver speso del tempo nel fare screening dei cv e non aver trovato la persona che cercavi, hai attivato qualche fornitore esterno senza risultati soddisfacenti?

 

Stai leggendo l’articolo giusto… leggi come Ricercamy affianca e supporta le aziende private e società di consulenza nella ricerca e selezione di profili specializzati.

 

Il Data Protection Officer è una figura professionale che possiede competenze sia di tipo giuridico che informatico. La sua capacità di organizzazione e gestione dei dati personali all’interno di una azienda gli permette di trattarli in maniera appropriata come previsto dalle normative comunitarie. In particolare con il regolamento UE del 2016/679 o meglio noto come “Regolamento generale sulla protezione dei dati” il quale ha di fatto definito una nuovo profilo professionale, infatti, il regolamento esplicita chiaramente che le aziende pubbliche e le grandi imprese del settore privato sono tenute a dotarsi di un Data Protection Officer. Ai vertici aziendali, con i quali è strettamente in contatto, fornisce consulenza per la progettazione, mantenimento e verifica di un sistema organizzato per la gestione dei dati personali, adottando una serie di misure con il fine di proteggere i dati sensibili nel rispetto dei requisiti imposti dalla legge.

Cosa fa un Data Protection Officer?

  • Consigliare nonché informare il responsabile del trattamento con riferimento agli obblighi presenti nel regolamento comunitario, conservandone la documentazione relativa;
  • Stabilire che vi sia corrispondenza tra le procedure aziendali in materia di dati personali ed il Regolamento Privacy UE 2016/679 (GDPR), ed inoltre che il Titolare del trattamento abbia compreso le proprie responsabilità, abbia adeguatamente formato il personale che partecipa al trattamento dei dati e alle relative procedure di controllo;
  • Verificare qualora le circostanze lo richiedano una valutazione di impatto sulla protezione dei dati (DPIA) ove il trattamento dei dati può comportare un elevato rischio soprattutto quando si usano nuove tecnologie;
  • Costituire un punto di contatto con l’autorità preposta al controllo per questioni legate al trattamento stesso, tra le quali la cosiddetta consultazione preventiva (art 36 del regolamento Europeo);
  • Verificare le eventuali violazioni dei dati personali, registrarle e comunicarle agli organismi preposti al controllo.

Principali caratteristiche richieste:

  • Possiede un Diploma di Scuola Media Superiore o una laurea, ma ciò che conta è che nel proprio percorso di studi abbia maturato conoscenze di informatica e giurisprudenza nonché abbia approfondito la complessa materia del trattamento dei dati personali sia italiana che comunitaria. Oggi questo è molto più facile rispetto a qualche anno con l’ampliamento dell’offerta formativa attraverso corsi di formazione e master;
  • Utilizza in maniera continuativa gli strumenti informatici nonché i database e i software per la gestione e il trattamento dei dati (Software GDPR) e le tecnologie relative alla sicurezza informatica;
  • È in genere una figura di vertice nell’organigramma aziendale, ma può essere selezionato anche tra i funzionari purché dimostri di avere una approfondita conoscenza delle norme sulla privacy;
  • Possiede profonde conoscenze giuridiche e di risk management;
  • Possiede una spiccata attitudine alle relazioni interpersonali e buone doti comunicative nonché un talento naturale per il problem solving.

 

Il Data Protection Officer potrà essere selezionato tra i soggetti interni all’azienda e qualora non via siano figure dotate di tali caratteristiche come consulente esterno. Quello del DPO è un ruolo comunque molto complesso che per le conoscenze trasversali richieste difficilmente si troverà facilmente all’interno dell’organigramma aziendale, altro problema è il carattere di imparzialità che deve possedere per non incorrere in un conflitto di interesse. Il DPO deve essere una figura indipendente, una specie di supervisore che si occupi in via esclusiva della corretta applicazione del GDPR. Il servizio di consulenza offerto da apposite società e denominato “DPO as a Service” offre alle imprese e alla Pubblica amministrazione la possibilità di dotarsi di un team di esperti in ambito privacy se dover per forzare nominare un DPO.

Ricercamy, head hunter rivoluzionario e dinamico, nato nel marzo 2012, si è, sin dalla sua nascita, impegnato ad introdurre nel mondo della Ricerca e Selezione elementi di innovazione che migliorassero la redemption delle attività di Recruiting.

 

Secondo uno studio di Linkedin, il 75% dei talenti è passivo e sta già lavorando, non dedicandosi proattivamente alla ricerca di nuove opportunità professionali. Solo il 25% di essi si interessa con più costanza alla ricerca attiva di nuove offerte di lavoro. Di conseguenza investire il budget aziendale in abbonamenti e/o offerte di piattaforme di job posting sicuramente non può essere la sola soluzione efficace o quantomeno non potrà essere l’unica.

 

E’ necessario adottare una metodologia che permetta di arrivare ai migliori candidati: le chiamate di caccia! (o Head Hunting che dir si voglia).

E’ così che i nostri head hunter specializzati trovano personale qualificato per i nostri clienti.

Le chiamate in anonimo, dei nostri consulenti riescono ad intercettare qualsiasi profilo con diverse seniority.

Tramite un pre-screening telefonico molto approfondito, oltre ai dati anagrafici, vengono raccolte tutte le specifiche sull’esperienza del candidato necessarie per valutarne la validità e permettendo così allo stesso di accedere allo step successivo.

Tutto ciò di cui sopra viene svolto e condiviso in tempo reale tramite un file in cloud con il nostro referente delle risorse umane dell’azienda cliente.

 

La trasparenza e la condivisione immediata è un tratto distintivo di Ricercamy che si è andata specializzando negli anni nella ricerca e selezione di figure tecniche in ambito meccanico, elettrico ed elettronico e grazie allo sviluppo di competenze specifiche e conoscenza dei profili ricercati e del mercato di riferimento.

 

La modalità operativa del nostro head hunter non prevede che il cliente debba aspettare 2-3 settimane per poter ricevere la prima shortlist di validi profili. Per noi ricerca e selezione del personale significa condivisione in tempo reale e lavorare senza filtri ed a 4 mani con il nostro referente HR.

Cercando personale quotidianamente, i nostri head hunter hanno acquisito un know how e una specializzazione nei loro settori, che ci consentono di essere leader in questo mercato affollato da Recruiter.

Forte dei nostri strumenti, fin dal suo inizio, Ricercamy ha aiutando le aziende metalmeccaniche nella selezione di Personale qualificato difficile da trovare e da inserire. Grazie poi all’offerta commerciale SMART (di Ricercamy), i nostri clienti ci chiedono di svolgere selezioni che tendenzialmente hanno sempre svolto internamente, ma avendo costi certi e non prevedendo né complition fee né esclusiva, si sentono così liberi di delegarci tutta la gestione delle loro vacancy.

 

Se anche tu sei alla ricerca di questa tipologia di profili, compila la form che trovi di seguito e sarai contattato entro 1 ora dai nostri consulenti.